Le cifre-shock: Immigrazione e stupri, ciò che non vogliono rivelare. Ecco perché l’invasione è un pericolo

Loading...

Ecco i dati sconcertanti di questa escalation di violenza che sta flagellando tutta Italia. Il quadro che ne esce fuori è davvero pauroso.

Dal caso di Rimini in poi, in Italia è emergenza stupri. I casi di violenza sessuale sembrano moltiplicarsi, in una escalation inarrestabile.

Sponsor

Spesso, i casi di cronaca hanno come protagonisti degli immigrati, una circostanza che sta infiammando il dibattito politico. E per capirci qualcosa in più, è bene far ricorso alle cifre.

In primis, un dato impressionante: in Italia vengono commessi quasi 11 stupri al giorno, per un totale di 4mila all’anno. Colpito più di un milione di donne.

I dati sono quelli dell’Istat, secondo cui 1 milione e 157mila donne avrebbero subito una violenza sessuale nel corso della vita, tra stupri e tentati stupri. Negli ultimi due anni si registra una lieve flessione delle denunce: 6% in meno tra il 2014 e il 2015 e 13% in meno dal novembre 2015 al novembre 2016.

Dunque gli autori. Chi commette il reato? La maggioranza sono italiani (6 su dieci), gli altri 4 sono commessi da stranieri. Dunque, il 40 per cento. Una cifra impressionante considerando il fatto che i residenti stranieri in Italia sono l’8,3% (dati Istat del 31 dicembre 2016, i quali ovviamente non tengono conto dei clandestini, stimati in 435mila unità; si tenga conto che la popolazione censita in Italia è di 60,6 milioni di persone).

Tornando ai dati, nei primi mesi del 2017 sono stati denunciati per stupro 904 stranieri, poco meno dei 909 dello stesso periodo del 2016 (gli italiani denunciati sono invece 1.534). Un’indagine di Demoskopica riferita agli ultimi quattro anni divide per nazionalità le denunce: italiani (61% dei casi), seguiti da romeni (8,6%), marocchini (6%), albanesi (1,9%) e tunisini (1,3%).

Facebook Comments
Loading...