ATTENZIONE! CATTIVI ODORI? ECCO I 5 SEGNALI DEL CORPO DA NON IGNORARE

Loading...

ATTENZIONE! CATTIVI ODORI? ECCO I 5 SEGNALI DEL CORPO DA NON IGNORARE

Il cattivo odore può essere la spia di alcuni disturbi di salute. Non si tratta dei casi comuni di eccessiva sudorazione, facilmente risolvibili con una doccia e l’applicazione del deodorante.

Sponsor

Si parla nello specifico di malattie che prevedono tra le varie sintomatologie anche quella di emanare odori sgradevoli.

L’odore di acetone, ovvero quello del più comune solvente per smaltonell’alitoè uno dei campanelli di allarme del diabete di tipo 1. L’odore acre è dovuto al processo di chetoacidosi che prevede lo smaltimento di acidi grassi al posto del glucosio, come fonte di energia.

” Questo sintomo – ha dichiarato Gabriele Riccardi, direttore dell’Unità di diabetologia all’università Federico II di Napoli – può essere utile da valutare quando un paziente arriva in pronto soccorso in coma: il coma può avere motivi neurologici, metabolici o altro e l’alito di acetone è un’indicazione importante per il medico, che così si indirizza subito a risolvere un problema connesso col diabete di tipo 1″.

Da non sottovalutare è la puzza dei piedi. Se persiste nonostante i lavaggi e se notiamo segni di screpolatura o infiammazione fra le dita potremmo essere affetti dalla sindrome del piede dell’atleta. La patologia, di origine fungina, potrebbe dar luogo anche a qualche forma di infezione.

Le feci maleodoranti, spesso accompagnate da gas intestinali e diarrea possono essere ricondotte al cattivo assorbimento del lattosio, ben diverso dall’intolleranza conclamata e diagnosticabile con un semplice test del respiro.

Inoltre, anche il forte odore dell’urina potrebbe essere sintomo di diversi disturbi. Secondo la ginecologa Rossella Nappi del Policlinico di Pavia può essere determinato da : “Infezioni urinarie: quando i batteri entrano nel tratto urinario e nell’uretra (il piccolo canale che consente all’urina di fuoriuscire), e poi si moltiplicano nella vescica causano l’infezione”.

Se l’odore si manifesta e scompare entro 48 ore il problema non sussiste, in caso contrario è necessario contattare un medico.

Infine, il cattivo odore dell’alito potrebbe essere causato dalle apnee notturne, ma non solo. Pare, infatti, che l’alito maleodorante possa essere determinato da patologie legate al reflusso gastroesofageo oppure a problematiche sistemiche che affiggono reni, polmoni e fegato.

Facebook Comments
Loading...