ANCORA NON SAI QUANTO BISOGNA ASPETTARE DOPO MANGIATO PER FARE IL BAGNO IN MARE O PISCINA? FINALMENTE LA SCIENZA RISPONDE

Loading...

ROMA – “ http://inter-actions.fr/bilobrusuy/5883 Aspetta a fare il bagno, hai appena mangiato“.

Chi non ha ricevuto almeno una volta questa raccomandazione da una mamma o nonna apprensiva? Sarà capitato a tutti, eppure la scienza oggi dice qualcosa di diverso. 

Sponsor

Come riporta il sito Consumatrici.it go Riccardo Ristori, medico del pronto soccorso a Livorno e direttore scientifico della Salvamento Academy, ha risposto all’annosa questione.

E pare che il parametro per decidere quando tuffarsi in acqua non sia il tempo trascorso dall’ultimo spuntino, ma un altro:

“La regola da seguire è sostanzialmente una sola: http://www.selectservices.co.uk/?propeler=il-mio-sistema-completo-per-guadagnare-su-internet-con-le-opzioni-binarie&358=c3 il mio sistema completo per guadagnare su internet con le opzioni binarie entro in acqua se mi sento in buone condizioni fisiche, se sto bene. Bisogna ascoltare il nostro corpo, i segnali che ci invia”.

http://tennisclubpaimpol.fr/bisese/1398 Insomma, non servirebbe aspettare le fatidiche 3 ore per il bagno in mare: “Il nostro fisico, se è in condizioni di salute, è perfettamente in grado di stare nell’acqua e contemporaneamente di svolgere e completare il fisiologico processo digestivo.

Le cause più frequenti di annegamento sono altre: nel bambino, la mancanza di sorveglianza mentre nell’adulto l’incapacità di uscire da una zona di corrente e l’insorgenza di una patologia (ictus, infarto, convulsione) che si manifesta casualmente in acqua”. 

E nel caso dello choc termico? “ go to site Lo choc termico – conclude l’esperto – esiste come patologia, ma è una condizione che si verifica quando la temperatura dell’acqua è sotto i 5 gradi.

L’acqua del nostri mari si aggira intorno ai 20-21 gradi, quindi direi che http://makse.com/?kremel=dating-a-skitsofrantic&b11=fd non si corre questo rischio“.

Facebook Comments
Loading...