FALSO ALLARME SEMINA IL PANICO NELLA BASE DELL’AIR FORCE ONE, ERA SOLO UN ESERCITAZIONE

A poche settimane dall’assalto alla discoteca gay di Orlando, gli Stati Uniti piombano nuovamente nel panico. L’allarme scatta quando arriva la notizia di un blitz di una coppia che si sarebbe messa a sparare all’impazzata nella base militare aerea di Andrews dove è dislocato l’Air Force One, l’aereo usato dal presidente degli Stati Uniti per i viaggi ufficiali. Fortunatamente si trattava solo di una esercitazione militare.

È bastato davvero poco perché il panico si diffondesse in tutto il Paese. Una reazione frenetica che la dice lunga sui timori degli Stati Uniti di un possibile nuovo attentato. All’interno della base aerea di Andrews, che si trova alle porte di Washington, era prevista per oggi un’esercitazione contro un possibile assalto. Eppure, poco dopo le nove, fonti militari fanno trapelare che è in corso “una vera e propria sparatoria.

L’assalto, dicono, sarebbe avvenuto nelle strutture mediche Malcolm Grow della base aerea. Si parla di un attacco congiunto, un uomo o una donna che, dopo aver sparato, si troverebbero ancora nella base che è stata immediatamente chiusa. Tanto che il personale della base aere di Andrews si sarebbe messo al riparo seguendo le istruzioni date loro dalle autorità. In realtà si è trattato solo di un grosso equivoco generato proprio dall’esercitazione programmata per questa mattina. Niente lockdown, insomma, ma solo nervi tesi di un Paese che teme di essere nuovamente colpito da un attentato.

La base aerea di Andrews, situata nella contea di Prince George nello Stato del Maryland a 32 chilometri dalla Casa Bianca, è il luogo in cui arriva e da cui parte l’Air Force One, l’aereo presidenziale che utilizza lo stesso Barack Obama, e viene usata anche da altri ati rappresentanti del governo come il segretario di Stato americano John Kerry e il segretario alla Difesa Ashton Carter. Obama ha usato la base ieri sera per rientrare dal Canada, dove ha partecipato al Vertice dei leader dell’America del Nord con il premier canadese Justin Trudeau e il presidente del Messico Enrique Peña Nieto.

Fonte: Qui

Source link